Come aggiornare a Windows 10

By | 10 settembre 2015

aggiornare windows 10
Windows 10 è finalmente tra noi! Dopo mesi e mesi di attesa, il nuovo sistema operativo di casa Microsoft è giunto nelle nostre case. Come dici? Non ti è arrivata nessuna notifica inerente all’aggiornamento? Non temere, oggi andremo a scoprire come aggiornare a Windows 10 seguendo la procedura ufficiale di Microsoft. Prenditi qualche minuto di pausa e leggi cosa bisogna fare!

Windows 10 è il sistema operativo che tutti aspettavamo. Ha dei tempi di avvio e di ripresa nettamente migliorati rispetto alle scorse versioni, offre un browser totalmente rinnovato in confronto al vecchissimo Internet Explorer (vale a dire Microsoft Edge) ed i file personali e le app che installi saranno subito pronte all’uso. Non ci credi? Allora aggiorna il tuo PC e mi darai ragione.

Aggiornare il PC a Windows 10

Per aggiornare a Windows 10 devi premere sull’icona di Windows che trovi situata in basso a destra, vicino all’orario. A volte può capitare che questa icona non appaia sul computer, pertanto bisogna eseguire un’operazione ulteriore per farla comparire sullo schermo. Clicca sul pulsante Start, digita la voce Windows Update e, dalla pagina che appare, provvedi a compiere tutti gli aggiornamenti richiesti.

Al termine di questi update, il PC ti chiederà di essere riavviato per effettuare le modifiche al sistema. Una volta che si riaccenderà, potrai finalmente notare l’icona di Windows in basso a destra. A questo punto, premi su Prenota il tuo aggiornamento gratuito ed attendi qualche attimo. Poco dopo ti apparirà la notifica di Windows per proseguire con l’aggiornamento in tempo reale!

Ricorda che questo aggiornamento gratuito è disponibile per i PC ed i tablet; per quanto concerne l’aggiornamento gratuito a Windows 10 Mobile sarà disponibile entro la fine dell’anno. I dispositivi che saranno compatibili sono i cellulari (non tutti, bensì quelli più recenti) ed i piccoli tablet. Anche in tal caso, riceverai una notifica via mail per aggiornare il device.

Liberare spazio per l’aggiornamento a Windows 10

L’aggiornamento a Windows 10 richiede ben 8 GB di spazio libero. Se non disponi di questa memoria vuota sul computer, è necessario compiere alcune operazioni di pulizia. Innanzitutto, puoi eliminare i programmi ed i file che non utilizzi più. Basta aprire il Pannello di controllo, cliccare su Disinstalla applicazioni e selezionare quelle che vuoi rimuovere. Ordinale per dimensione così da vedere quali sono le più pesanti.

In alternativa, puoi usare il servizio Pulizia disco di Windows che ti garantisce una pulizia accurata dei file inutili come la cache, la cronologia delle ricerche, i file duplicati e così via. In rete si trovano numerosi strumenti di questo tipo che ti consentono di liberare la memoria. Uno di questi è CCleaner, scaricalo e provalo subito. E’ davvero un gioco da ragazzi, te lo assicuro!

Si può tornare a Windows 7 o Windows 8?

Il principale quesito che si pongono gli utenti è: “Posso tornare al mio vecchio sistema operativo se con Windows 10 non mi trovo bene o non viene letto correttamente dal mio PC?“. La risposta è sì, è possibile farlo in men che non si dica. Se è passato meno di un mese dall’update al nuovo OS, puoi tornare alla versione precedente di Windows aprendo le Impostazioni, cliccando su Aggiornamento e sicurezza e scegliendo la voce Ripristino.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *