Come tornare a Windows 8 o Windows 7

By | 10 settembre 2015

tornare a windows 8.1
Eri talmente eccitato dall’idea di aggiornare a Windows 10 il tuo computer che, non appena è uscito in via ufficiale, sei corso ad effettuare l’update. Purtroppo la realtà non ha corrisposto alle tue aspettative e ti ritrovi un PC che va a rilento per eseguire qualsiasi operazione. Che ne dici di tornare a Windows 8 o Windows 7? Ti assicuro che è un gioco da ragazzi. Segui la mia guida e ci riuscirai in un attimo!

Prima di vedere come tornare a Windows 8 o Windows 7, ci sono alcune cose fondamentali che è necessario che tu sappia. Innanzitutto, i file e le cartelle non verranno cancellate dal computer. Ovviamente fare un backup dei file più importanti non è mai una cattiva idea, ma non dovrebbe essere necessario. Inoltre, non saranno salvati né i temi né i nuovi programmi che hai installato nel PC.

Disinstallare Windows 10 e tornare a Windows 8 o Windows 7

Per riuscire a tornare ad un vecchio sistema operativo non devono essere passati oltre 30 giorni dall’update a Windows 10. Detto questo, è necessario aprire le Impostazioni del computer e cliccare sulla voce Aggiornamento e sicurezza dal menù che compare. Successivamente, fai clic su Ripristino ed il gioco è fatto. Il sistema ti chiederà a quale sistema desideri tornare, pertanto ti basterà attendere qualche minuto per far sì che la procedura giunta al termine.

Vale la pena aggiornare a Windows 10?

Le novità introdotte su Windows 10 hanno fatto colpo sulla gente che ha immediatamente aggiornato i propri computer col nuovo sistema operativo. Ma ne vale la pena realmente? E quali sono i PC che possono permettersi questo aggiornamento senza subire dei problemi in seguito? Ecco come la penso a riguardo:

  • Chi ha Windows 8.1 si troverà di fronte ad un sistema nettamente migliorato rispetto a quello precedente e non dovrebbe avere problemi nell’effettuare l’update. Inoltre, potrà dare il bentornato al classico menù Start che era sparito con la versione 8.1.
  • Chi ha Windows 7 rischia di incorrere in qualche problema in più, pertanto è consigliabile attendere in modo tale che gli errori vengano sistemati con dei nuovi aggiornamenti di sistema.
  • Chi ha un vecchio PC con Windows 7, di 4-5 anni fa o perfino di più, non dovrebbe assolutamente installare Windows 10 sul PC. Il motivo è semplice: sovraccaricare il sistema con un update così pesante potrebbe essere letale per quel computer, fino a renderlo addirittura obsoleto. Ti consiglio di rimanere con Windows 7, dato che si tratta di un OS più leggero e fluido per il tuo vecchio computer.
  • Lascia un commento

    Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *